Studio Olistico Maria Francesca Digiglio

Riflessologia Plantare e DISCIPLINE BIONATURALI
per il benessere psicofisico

GEMELLATO CON L'UNIVERSITA' POPOLARE STUDIO GAYATRI DI MONZA

Clicca qui per modificare il sottotitolo

Il BLOG dell'Anima

Prepararsi all'Inverno ed evitare i malanni di stagione: Ecco come!

Pubblicato il 20 novembre 2020 alle 10.50

Ormai da un pò di tempo siamo entrati nella stagione autunnale e oltre a cambiare i vestiti che abbiamo nell'armadio,  dobbiamo anche cambiare le nostre abitudini alimentari e il nostro stile di vita quotidiano. Per evitare i malanni stagionali è bene prepararsi con cura e un pò di disciplina.



Giorno dopo giorno l'aria si fa più fredda, le ore di luce sono sempre meno e perciò il nostro organismo deve essere regolarmente supportato affinchè possa reagire nel modo migliore a tutti questi cambiamenti.

Sarebbe opportuno assumere alimenti che donano molta forza e stimolano le normali difese immunitarie come frutta e verdura di stagione cotta, cavoli, porri, zucca, legumi e cereali integrali e contemporaneamente ridurre caffè, zucchero, latticini, gelati.

Ovviamente solo l'alimentazione non basta a rinforzare le difese immunitarie ma occorre un giusto mix con un corretto stile di vita. Nonostante la poca luce e le notizie non sempre incoraggianti, dobbiamo coltivare un atteggiamento interiore positivo e qui diventa fondamentale mantenere un perfetto equilibrio mentale cercando di controllare le emozioni distruttive e negative. Per ottenere questo equilibrio è necessaria una continua centratura e l'utilizzo di tecniche di rilassamento come la meditazione, il Reiki, lo Yoga.

Moderiamo l'attività fisica pur continuando ad essere attivi e prendiamoci dei grandi momenti per il recupero psicofisico.

Ogni tanto spegniamo cellulari, televisioni, tablet ecc.. e dedichiamo del tempo a noi stessi magari leggendo un buon libro o ascoltando musica o magari ancora riposiamoci solamente per entrare più a contatto con la natura dell'autunno. In autunno le foglie cadono, le piante si fermano, non producono più e quindi di conseguenza anche noi dovremmo rallentare il ritmo per non essere travolti e bruciare anzitempo tutte le energie a discapito delle difese immunitarie.

Come dice il famoso detto Buddista:"Quando non sai cosa fare, non fare nulla"

 

 

Ecco qui il racconto in breve:

 

Buddha e i suoi discepoli intraprendono un lungo viaggio passando per diverse città. In un giorno particolarmente caldo, Buddha chiede a un suo discepolo, quello più impaziente:

"Ho sete, potresti prendermi un po' d'acqua dal lago vicino?".

L'uomo va, ma non appena arriva per prenderne un po', il lago viene attraversato da un carro di buoi che sporca l'acqua. Ritorna da Buddha e gli dice:

"Maestro, l'acqua è fangosa e non si può bere."

Passata mezz'ora, Buddha domanda allo stesso discepolo di portargli l'acqua di quel lago. L'uomo va e ritorna da lui rispondendogli in modo più risoluto che quell'acqua non si poteva bene.

Buddha chiede all'uomo dell'acqua più volte e questi va e ritorna dal lago sempre a mani vuote, fino a quando ad un certo punto non la trova limpida e cristallina. Ne raccoglie un po' per il suo Maestro e gliela porta. Buddha nel vederla domanda al discepolo come l'abbia pulita, ma l'uomo non capendo la domanda, non risponde.

È il Maestro stesso a farlo per lui: "Aspetta e lascia stare l'acqua. Il fango piano piano si deposita sul fondo del lago e la sua acqua torna ad essere pulita. Devi dargli tempo e non essere impaziente. Deve ritrovare il suo equilibrio e tu non devi fare nulla. Tutto passerà se avrai pazienza".

Molto spesso l'ansia e la voglia di trovare una soluzione ci portano a fare scelte affrettate, che non fanno che peggiorare la situazione. Quando è possibile è meglio attendere, respirare, e muoversi solo quanto le condizioni saranno più favorevoli. Alcuni problemi finiscono addirittura per risolversi da sé, con il giusto tempo! :)



Categorie: Informazioni curiose

Pubblica un commento

Attenzione.

Oops, you forgot something.

Attenzione.

Le parole inserite non corrispondono al testo fornito. Riprova.

0 commenti